COMUNQUE VICINI…

“Non vogliamo abbandonare i nuclei familiari in assistenza”. E’ con questa motivazione che Cristina Manuli , Presidente, a seguito della brusca interruzione delle attività assistenziali avvenuta oltre un anno fa all’ inizio della pandemia, ha scelto una immediata soluzione creando un nuovo legame a distanza con le famiglie dei malati di Alzheimer. “Voler essere comunque vicini a chi ha subito un ulteriore isolamento è stato immediato e spontaneo, oltre che un dovere, proprio per garantire ciò che la Fondazione ha sempre voluto, sostenere i più deboli” – spiega la Presidente.

L’equipe della Fondazione,  anche col supporto dei volontari,  per fronteggiare il disorientamento dei nuclei familiari in difficoltà ha trasformato – da un giorno all’altro-  l’operatività ormai consolidata, in consulenza psicologica a distanza con messaggi, telefonate, video, post su facebook e soprattutto tanta disponibilità e flessibilità dedicate ai nuclei familiari che chiedevano aiuto.

Oggi possiamo dire che il concetto di “COMUNQUE VICINI” si è trasformato in un vero e proprio progetto assistenziale organizzato e diversificato a seconda delle necessità dell’utenza. Oltre al consolidato servizio al domicilio, con operatori sanitari, nel rispetto del contenimento del virus, con fisioterapisti e terapisti occupazionali,  la Fondazione ha incrementato e sviluppato delle possibilità assistenziali da gestire completamente a distanza.

Un servizio ampio, gratuito per l’utenza, che si sviluppa con contributi di vario genere per rimanere vicini al nucleo familiare : l’ orientamento psicologico, l’ attività occupazionale e l’interazione con il consulente dedicato che con  professionalità ed empatia offre assistenza al care giver ed al paziente. Tutto ciò avviene attraverso il contatto diretto in video call e con la realizzazione di video fruibili tramite i mezzi on line e tablet collegati a piattaforme multimediali che la Fondazione offre al nucleo familiare assistito, ricchi di contenuti e spunti utili per una migliore gestione del paziente al domicilio.